Tamashii Tibet

Tamashii (o Shamballa) è un bracciale utilizzato dai monaci tibetani per favorire la meditazione, per le pratiche religiose e come talismano. Infatti Tamashii significa “anima” e il termine deriva da "tama" che significa “gioiello”, quindi  “gioiello dell’anima”. 

Chi lo indossa persegue un ideale di pace e di amore verso se stesso e verso il mondo, il bracciale aiuta a proteggere la sua anima, a farla crescere e farle trovare un ruolo ed un senso all'interno della vita.

Prodotto realizzato in Tibet e benedetto da monaci buddisti.

“Om Mani Padme Hum  -  ॐ मणि पद्मे हूँ,"


 

Tamashii Tibet

Filtri

L’agata è una pietra presente in natura in vari colori tra cui il verde che simboleggia equilibrio e armonia, ma anche vigore giovanile e azione. Il Tamashii in agata verde trasforma la gelosia in saggezza di realizzazione. Le striature, pur conferendo unicità ad ogni pietra, sono considerate metafora per sottolineare l’uguaglianza di base di tutti gli esseri viventi.

Gli antichi cinesi della dinastia degli Han orientali, nel loro primo dizionario, definirono la giada (yu) come “la pietra più bella”. Tra le numerose proprietà di questa pietra, nella variante verde acqua, ci sono quella legata alla protezione di bambini e anziani durante i viaggi e quella di sostenere gli amori, per così dire, maturi.

Il blu è il colore più importante nel buddismo, più dell’oro. Identifica l’ascensione e la saggezza, la verità, la devozione, la fede, la purezza, la castità, la pace, la vita spirituale e intellettuale. Le striature pur conferendo unicità ad ogni pietra, sono considerate metafora per sottolineare l’uguaglianza di base di tutti gli esseri viventi.

Il blu è il colore più importante nel buddismo, più dell’oro. Identifica l’ascensione e la saggezza, la verità, la devozione, la fede, la purezza, la castità, la pace, la vita spirituale e intellettuale. Le striature, pur conferendo unicità ad ogni pietra, sono considerate metafora per sottolineare l’uguaglianza di base di tutti gli esseri viventi.

L’agata in natura si presenta in molte tonalità. Il blu può essere più o meno intenso dando origine a diverse varianti che vanno dall’azzurro profondo (oceano) al più chiaro (cielo). L’azzurro per la cultura tibetana è il più importante dei colori e rappresenta la purezza, la saggezza e la pace.Nella variante cielo è accentuato ancora di più il concetto di purezza.

La sodalite è una pietra naturale che per le sue tonalità blu può essere assimilata per significato all’agata blu, ovvero favorisce la calma, trasformando l’ira in saggezza, grazie al processo di ascensione e purificazione.Il Tamashii in sodalite aiuta a rilassarsi e allontanare il nervosismo e l’aggressività a favore di una condizione psicologica di calma e rilassamento.

Questa pietra incolore, per la sua caratteristica, è usata in sostituzione del bianco nella sua accezione più spirituale, quella della purezza.Inoltre rappresenta l’aria e il mondo mistico (non visibile).Il Tamashii in Cristallo di Rocca conserva e favorisce lo stato di purezza e di una vita all’insegna della felicità spirituale.

Il nome “tormalina” deriva dal cingalese "turamali", che significa “mescolanza di colori” ed era usato per quelle gemme sulla cui identità i mercanti di pietre avevano dubbi, proprio per l’enorme varietà disponibile in natura e la somiglianza con altri tipi di minerali. La tormalina è considerata una delle pietre principali per la purificazione delle proprie energie e per la protezione dalle negatività ambientali.

Pietra nera per eccellenza l’Onice è utilizzata dai monaci combattenti per diffondere coraggio e autostima. Il nero per il buddismo rappresenta anche il buio primordiale dell’uomo, l’odio e la violenza.Il Tamashii in onice nero trasforma queste forze negative in positive, il male in bene, l’odio in compassione. Questa versione del bracciale presenta una stupenda lavorazione lucida del mantra a contrasto. 

Pietra naturale dal colore nero e di origine ferrosa, che se ridotto in polvere può assumere la colorazione rossa. Questa metamorfosi conferisce all’ematite caratteristiche misteriose legate al sangue. Nelle tradizioni antiche veniva utilizzato per affrontare la paura e sconfiggere la morte.Il Tamashii in ematite conferisce coraggio e protegge durante le battaglie, fisiche o mentali.

Il rosso nel buddismo è il colore dei rituali e delle azioni potenti, è il colore della passione, della forza e del sacro. Richiede un grande autocontrollo in quanto potrebbe diventare pericoloso. Il rosso è il colore che definisce la linea di confine tra il male e il bene e solo i grandi saggi e le grandi spiritualità possono indossarlo.Il Tamashii rosso induce forza, vigore, vitalità, passione e indica una persona saggia.

La giada è una pietra preziosa il cui nome deriva dallo spagnolo pedra de ijada, ossia “pietra dei fianchi” per il riconosciuto potere benefico su lombi e reni.È tra le pietre più importanti nella cultura orientale e spesso è associata all’oro come simbolo di ricchezza. Confucio (551-479 a.C.) afferma che la giada possiede e infonde undici virtù, tra cui la benevolenza, la fedeltà (non irrita mai la pelle), l’educazione e la sincerità.

Pietra naturale di colore viola, l’ametista è chiamata anche pietra dell’umiltà ed è utilizzata nelle pratiche buddiste per aiutare nelle fasi di crescita interiore e di cambiamento.Il Tamashii in ametista placa l’orgoglio e lo traduce in riflessione ed introspezione.

La giada è una pietra preziosa il cui nome deriva dallo spagnolo pedra de ijada, ossia “pietra dei fianchi” per il riconosciuto potere benefico su lombi e reni. La variante lavanda, come quella rosa, porta sollievo alla mente e aiuta a stabilire una connessione con il mondo spirituale. Infonde molte virtù, tra cui la benevolenza, la fedeltà, l’educazione e la sincerità.

Il bamboo leaf è un’altra variante di legno fossile. Questo materiale, oltre che avere origini più “vicine” al mondo orientale, è caratterizzato da una colorazione più accesa rispetto al legno fossile con una tonalità dominante di arancio.Per il significato si consiglia di fare riferimento al legno fossile.

Pietra naturale dai colori dal giallo-verde al verde scuro che può essere ricondotta al Buddha Amoghasiddhi, che ambisce al successo, alla ricchezza e al potere. La tonalità variegata potrebbe suggerire un’ambizione meno competitiva e gelosa.Questo Tamashii trasforma l’orgoglio in saggezza d’identità.

Il giallo è uno dei cinque colori fondamentali nel buddismo ed è rappresentato dal Buddha Ratnasambhava che favorisce il processo di trasformazione in cui l’orgoglio si tramuta in saggezza di identità.Il giallo zafferano è il colore dei monaci e significa distacco dalle sovrastrutture sociali e ascesa spirituale.Questo Tamashii favorisce la consapevolezza del proprio essere e aiuta a trovare il significato della propria vita.

Pietra naturale dal colore bianco identifica il colore della purezza, del riposo e della meditazione ed è rappresentata nel buddismo dal Buddha Vairochana.Il Tamashii in agata bianca trasforma l’illusione di ignoranza nella saggezza della realtà.

Questa pietra di origine vulcanica proviene dal Madagascar e dall’Alaska. Aiuta ad espandere la propria conoscenza, favorendo l’intuito. Soprannominata “l’anima saggia”, può portare a galla problemi radicati nel profondo della persona, aiutando ad affrontarli con forza e amore. La sua energia guarisce l’oscurità incoraggiando ad agire con un proposito più alto e illuminato. Questa pietra accompagna la persona durante i cambiamenti e lo sviluppo spirituale.

Il diaspro rafforza la mente e infonde coraggio. Si tratta di una pietra molto rara. Promuove il rispetto e la considerazione per sé stessi, aiutando ad accettarsi per quello che si è ed esercitando una funzione equilibratrice sul piano emozioni. Aiuta a mantenersi integri ed onesti anche quando, purtroppo, le circostanze della vita tentano a seguire una via meno corretta. Possiede un’energia molto pacifica e circolare, orientata perciò verso il continuo rinnovo.

Conosciuta come la “Pietra della Tempesta”, la pietersite cattura la bellezza e l’essenza del fulmine attraverso i suoi brillanti bagliori di luce dorata che si perdono in un blu profondo. Questa pietra rappresenta la purificazione dopo un temporale, nel quale la potenza degli elementi coesistono in unità. Costituita da vari minerali tra i quali l’occhio di falco, l’occhio di tigre e l’ematite, aiuta a superare l’eccessiva dipendenza dagli altri e a gestire i cambiamenti tempestosi e caotici.

È considerata la pietra della lealtà e della lucidità, favorendo una visione della realtà più approfondita e chiara, oltre le apparenze, evitando di focalizzarsi su preconcetti o idee esterne alla persona. Aiuta a conoscere ciò che è meglio per il proprio bene e ad intraprendere nuove strade. Promuove la spontaneità, aiutando a connettersi con la fonte creativa che è in se stessi. La cianite fornisce una chiara energia stimolante.

Gli opali esistono in moltissime varianti e colori. Secondo gli aborigeni australiani, invece, quando il Dio Creatore arrivò sulla terra, il contatto del suo piede sul terreno fece brillare le pietre di tutti i colori dell’arcobaleno, provocando così la nascita degli opali. Data l’unione di tutti gli elementi, la pietra è simbolo dell’intelletto e della memoria: riequilibra gli stati emotivi, stimola il pensiero creativo e incentiva l’autostima.

L’acquamarina è una pietra azzurra legata alle emozioni e alla spiritualità. Pietra calmante e rasserenante, stimola l’espressione creativa, l’auto espressione e la comunicazione. Le proprietà di questa pietra ispirano a mettersi al servizio del prossimo e ad assumere un punto di vista compassionevole. Inoltre, l’acquamarina aiuta a liberarsi da vecchi sentimenti negativi o da un passato che in qualche modo imprigiona.